Il mistero del dollaro di Haiti


"Viaggiare e' fatale ai pregiudizi, ai bigottismi e alle menti ristrette"


Ad Haiti una Coca Cola (in vetro da 1/2 litro) costa 4 "Dollari", una corsa in "Tap-Tap" ne costa 2, un piatto di spaghetti al sugo di pollo (buonissimo!),
15 dollari.
Il prezzo del biglietto in Vip bus da P-au-P a O'Cap? 140 dollari.
Apparentemente è quello che succede ovunque; basterebbe, quindi,
conoscere il tasso di cambio "Dollaro di Haiti"-"Euro" e il gioco sarebbe
fatto. E no, invece, perché il dollaro di Haiti...non esiste e non ha niente
a che vedere con quello statunitense!

La valuta in corso legale nel Paese caraibico è il Gourdes (Htg) e al cambio attuale per 1 euro si ottengono circa 59 Gourdes.
Come funziona, allora?
Serve un passaggio aggiuntivo: 1 dollaro di Haiti equivale invariabilmente a 5 Gourdes;
per gli haitiani la banconota da 100 Gourdes viene considerata "Twenty haitian dollars".
Ed è quello, ad esempio, il prezzo per un ottimo sandwich prosciutto e formaggio.
Panino e Coca Cola? "24 dollari".
Ma dalle tasche bisogna tirar fuori 120 Gourdes.
Nei primi due giorni avrò ripetuto decine di volte:
"Scusate, ma non sarebbe più semplice dire il prezzo in Gourde o, in alternativa, equiparare Dollaro e Gourde: una Birra Prestige costa 35 Dollari ed io vi do 35 Gourdes?"
Finché qualcuno mi ha risposto:
"No. La Prestige costa 7 dollari e tu mi dai 35 Gourdes. E se non ti sta bene puoi anche tornare a casa tua".




Sono stato ad Haiti a luglio/agosto 2015